Mondi circolari

Veronica Pollini

a cura di Silvia Agliotti

7 – 14 novembre 2020

 

opening: sabato 7 novembre 2020, ore 16.30

Mondi circolari

La mosaicista Veronica Pollini presenta a Gli eroici furori le sue ultime creazioni: mosaici circolari che traggono ispirazione da simbologie e cosmogonie di antica memoria.
Come mondi e galassie che si intersecano, i lavori di Veronica rendono esplicita e comunicativa la forza che li ha concepiti: con il vigore delle sue mani accosta le tessere scegliendole per colore e dimensione, componendo poi con meraviglioso senso estetico l’opera finale.
Dal cerchio come forma primitiva e originaria, i mondi circolari di Veronica parlano di forme di vita, ricordano gli infiniti mondi del filosofo del sedicesimo secolo Giordano Bruno al quale la galleria è dedicata. Così, dalla forza delle mani dell’artista idealmente si arriva alla rappresentazione dell’infinità del mondi, come da un microcosmo verso un’immagine altra che va oltre la traiettoria del visibile.
Durante l’inaugurazione della mostra l’artista farà una dimostrazione di come avviene la lavorazione di un mosaico, posizionando alcune tessere in marmo, vetro e altri materiali pregiati.
Questi semplici gesti – scelta e posizionamento delle tessere nell’ordine preferito – hanno una forte valenza simbolica di auto-ricostruzione.
Il mosaico come modo per dare nuova forma alla propria interiorità: questa creazione genera una nuova visione…proprio nel procedimento complesso di andare avanti tessera per tessera creando un intero, dando luce a una nuova creatura, una nuova stella nell’infinito firmamento del visibile.

Veronica Pollini milanese di nascita e ligure d’adozione, si laurea in Marketing e Comunicazione presso l’Università IULM di Milano, con una tesi di Laurea Specialistica sull’organizzazione degli eventi culturali.
Dal 2010 crea mosaici, anche su complementi di arredo, sperimentando accostamenti inusuali di materiali di diversa natura: vetro, marmi, smalti veneziani, ceramica ecc.
Negli ultimi anni la sua attenzione si dirige in modo sempre più evidente verso l’arte tout court: questa fase ha inizio con la partecipazione a mostre collettive, principalmente nell’ambito di manifestazioni dedicate al mosaico. Nel contempo, l’artista si avvicina allo studio dei simboli, con la conseguente scelta del cerchio come modalità espressiva, approdando, in questo modo, al “mosaico circolare”. Il cerchio, con la sua potenza creatrice è, per l’artista, il simbolo per eccellenza, nonché uno straordinario argomento di ricerca: lo scopo dei suoi mosaici è renderne esplicita la forza comunicativa.

Per rimanere in contatto !

Per rimanere in contatto !

Iscriviti alla mailing list per ricevere gli inviti alle mostre e agli eventi de gli eroici furori.

Grazie per esserti registrato, a presto !