Giulia Mazzoleni

Giulia Mazzoleni nasce due settimane prima della data prevista, impaziente di venire al mondo e da sempre curiosa di esplorarlo e conoscerlo. Questa sua voglia di imparare la porta, sin da piccola, ad amare i viaggi ma, non potendo andare sempre in giro, trova nei libri la possibilità di viaggiare con la mente. Si crea un mondo tutto suo, “vive sulle nuvole” dicono e si incanta spesso ad osservare persone, luoghi, gesti ma soprattutto i dettagli, i particolari che pochi notano, quelle piccole cose a cui la gente di solito non fa caso, affascinata da ciò che gli altri ignorano. Aveva tanto da dire ma non sapeva come, così durante l’adolescenza scopre la musica, trova nel punk un modo per comunicare la sua ribellione e la sua rabbia verso una società basata su ideali che non è mai riuscita a condividere. Dopo i libri e la musica, si avvicina alle arti visive e ne resta affascinata ma il suo legame con la fotografia avviene quasi per caso: scatta e può finalmente far vedere al mondo quei dettagli che sin da piccola ricercava, quel mondo “oltre” che viene quasi dimenticato. Decisa ad approfondire questa strada, intraprende un percorso universitario in “Comunicazione visiva e fotografia” che termina con il progetto fotografico qui esposto: Imperfect – mappatura di pelli umane.

A Parigi partecipa con Gli Eroici Furori all’edizione di Fotofever 2018.

Per rimanere in contatto !

Per rimanere in contatto !

Iscriviti alla mailing list per ricevere gli inviti alle mostre e agli eventi de gli eroici furori.

Grazie per esserti registrato, a presto !